TOP NEWS 2020/2021

riflessioni

come aiutare una persona

riflessioni

 

Domanda: come aiutare una persona a far fronte alle proprie sofferenze?
Eric Baret - Amare questa persona. Amarla com’è. Con voi questa persona si sentirà senza necessità di cambiarsi. Si renderà conto che finalmente non le si chiede di essere diversa da quello che è. Non si chiede ad un torturatore di non essere un torturatore, al povero di non essere povero, al malato di non essere malato. Finalmente possono respirare! E’ la prima cosa.
C’è una distensione. In questa respirazione, se avete un dono terapeutico troverete gli elementi per partecipare ad una puntualizzazione. Ma non bisogna cercare di portare qualcuno da una qualsiasi parte. Se provo a portare qualcuno lascio la mia risonanza.
Quando vedo qualcuno essere triste, mi riferisco alla gioia che conosco. Non posso fare nulla di diverso. Se sento la sua tristezza in maniera psicologica – ovvero se la sua tristezza mi rende triste – sono in un’illusione.
Più sono con colui che soffre, più faccio riferimento a ciò che conosco come tranquillo. La persona allora sentirà la tranquillità. Ma se soffro con lei, non faccio che aggravare la sua sofferenza. Soffrire per l’altro è un’illusione. Quando soffro per l’altro, non si fa che aumentare la sofferenza.
Il terapeuta si occupa solo di se stesso. Questo esige che non sia nella storia di voler guarire di non avere storia per gli altri.
Essere senza storia è essere senza limiti. Ma nel momento in cui vi occupate dell’altro, è perché siete malato, è una forma di pretesa, di violenza, di dittatura. Non ci sono problemi con gli amici che muoiono, che vivono, che sono malati: ci sono quelli che guariscono e quelli che non guariscono... Quando sono con un amico che muore o che si trova in una situazione difficile, faccio riferimento unicamente a ciò che sento in me di essenziale.
Vedere che la sofferenza dell’altro è la gioia che sta partorendo: è doloroso, un parto. abbiamo avuto tutti bisogno di momenti di sofferenza per scoprire in noi ciò che è essenziale. Non vorrei non aver avuto la sofferenza che ho vissuto. Sarebbe una sorta di sacrilegio.
Se avete un amico che non ha nulla da mangiare, gli date del denaro, non è un problema. Se siete in un momento terapeutico, di cura, in cui aiutate una persona malata, non è un problema. Ma non lo fate contro qualche cosa. Lo fate per constatazione per affetto nei confronti della persona. Quando volete bene a qualcuno vi fa piacere che la persona viva, ma rispettate che la persona muoia. Si rispetta quello che è, totalmente ...
Le Seul Désir, dans la nudité des tantras, Editions Almora

Tags: Eric Baret

Corsi di Yoga: ORARI

    • Lunedi - Sorbolo (PR) 19:00 - 20:15
    • Martedi - Parma10:00 - 11:15
    • Martedi - Parma 13:00 - 14:00
    • Martedi - Sorbolo (PR)19:00 - 20:15
    • Mercoledi - Parma 18:30 - 19:45
    • Giovedi - Parma 10:00 - 11:15
    • Giovedi - Sorbolo (PR) 19:00 - 20:15

    Leggi anche: Corsi di Yoga: ORARI 2020-2021

Yoga a Parma e Sorbolo (PR)

Le classi de "Yoga del Silenzio" si svolgeranno a Parma e a Sorbolo - Mezzani (PR). I luoghi dei seminari verranno individuati di volta in volta e pubblicati sul sito. Le classi avranno luogo rispettivamente presso:

Gli orari dei corsi di yoga sono riportati nella tabella qui a fianco (Corsi di Yoga: ORARI). Le pratiche e gli studi di yoga sono riservati esclusivamente agli associati di Studi Yoga ASD.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.